La Masseria

La vita quotidiana e il lavoro si mescolano nella Masseria di famiglia, dal nome “Pezze d’Aglio”, risalente alla fine del ‘700. Dal 1909 questo storico complesso abitativo ospita la nostra attività produttiva, ma anche la nostra vita quotidiana.

La nostra masseria sorge su una lama, un «solco creato dall’erosione fluviale in discesa dalle colline alla costa». L’origine della lama è assai remota; lungo le pareti di questa enorme fenditura sono presenti grotte naturali successivamente modificate dall’uomo. Dopo la caduta dell’Impero Romano, le popolazioni autoctone hanno abitato gli anfratti per proteggersi dagli eserciti barbarici che percorrevano la vicina Via Appia. Tale origine è comune alla grotta presente in masseria, adibita a frantoio ipogeo con l’avvio dell’attività olearia. Le antiche macine in pietra sopravvissute ai secoli testimoniano tale uso.

In questo splendido ambiente, ricco di storia e natura, produciamo gli oli extravergine di oliva Savoia. La superficie dell’azienda, circa sessanta ettari, ospita quasi 10.000 ulivi. Le 2.500 piante secolari – maestosi ulivi saraceni – ben si integrano con i nuovi impianti olivicoli, costituendo un paesaggio rurale di estrema bellezza. Le principali varietà di Cultivar presenti in azienda sono Ogliarola secolare, Leccino, Coratina, Peranzana, Frantoio e Picholine.

Il nuovissimo frantoio convive con il frantoio ipogeo, di cui conserviamo le antiche macine in pietra. A testimonianza di una produzione che perdura da generazioni, con tecniche sempre più moderne.

Dal 2009, inoltre, seminiamo nelle nostre terre il grano duro della varietà “Senatore Cappelli“, coltivato nel meridione d’Italia sin dall’antichità ma non molto produttivo tanto da essere, oggi, una coltivazione di nicchia da cui ottenere semole di pregiata qualità.

Circa sette ettari dell’azienda infine sono dedicati all’orticoltura, con la produzione di ortaggi destinati ai mercati locali e nazionali.